Connettiti con noi

Ciao, cosa stai cercando?

Notizie

Mixcycling e Labrenta, nascono i tappi del futuro

Mixcycling consolida la collaborazione con Labrenta diventando partner strategico per il settore Ricerca&Sviluppo e produzione di nuovi materiali sostenibili per la realizzazione di tappi innovativi a basso impatto ambientale.

Da anni Labrenta, Azienda di Breganze (Vicenza) specializzata in soluzioni di chiusura, pone al centro della propria strategia di sviluppo il tema della sostenibilità, trovando in Mixcycling il partner ideale per progetti pionieristici. Tra questi una gamma di prodotti di prossima uscita che abbatte la componente plastica da un minimo di 10 ad oltre il 50% rispetto agli standard di mercato. La tecnologia Mixcycling introduce infatti nuovi blend ottenuti da un processo brevettato che combina scarti con polimeri. Questi ultimi possono derivare al 100% da riciclo, essere biodegradabili o vergini, perfetti per applicazioni in ambito alimentare. Il materiale organico, una volta nobilitato, sostituisce le componenti inquinanti usate in diversi ambiti, primo tra tutti il packaging.

I prodotti Mixcycling sono in linea con l’ambizioso programma promosso dall’Unione Europea e dalle Istituzioni internazionali indirizzato alla riduzione delle plastiche e all’adozione di pratiche green in ambito industriale.

Forti della validità del progetto e della necessità di percorrere questa direzione produttiva, Mixcycling ha lanciato una campagna di Equity Crowdfunding finalizzata a raccogliere capitali per accelerare la crescita e creare una rete utile a condividere buone pratiche a supporto di contenuti innovativi e sostenibili. Si tratta di una forma di finanziamento che permette di acquistare online quote della società all’interno di un aumento di capitale. Il portale scelto è CrowdFundMe, l’unico quotato su Borsa Italiana, attraverso cui è possibile diventare soci di Mixcycling in pochi click con un investimento minimo di 500 euro.

La sinergia tra Labrenta e Mixcycling aveva già portato alla nascita di Sughera, il tappo in microagglomerato di sughero legato senza uso di collanti che permette ai produttori di vino e spirits di offrire una chiusura più pura a livello organolettico e completamente riciclabile. Questa collaborazione si è intensificata negli anni e nel 2021 si concretizzerà in nuovi ambiziosi progetti.

Fare clic per commento

Lascia una Risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ALTRI ARTICOLI

Centro Studi

Giampietro Comolli, fondatore di OVSE-Ceves e autorevole voce del panorama del vino italiano ed internazionale, dice la sua sul “mini lockdown” del sistema HoReCa...

Centro Studi

Brindisi o non brindisi per le prossime festività? Ovse sta chiudendo i monitoraggi e la raccolta dei dati. Partenza dalla Francia, forse la più...

Notizie

Occorre un nuovo modello di approccio e di condivisione. Il prezzo di acquisto e al consumo è fondamentale oggi, ma puntiamo sul “valore” dell’etichetta...

Mercati & Consumi

Indagine Nomisma Wine Monitor per i Grandi Marchi sulla ristorazione italiana: l’84% dei ristoratori ritiene importante – in tempo di pandemia – il brand...