Connettiti con noi

Ciao, cosa stai cercando?

Centro Studi

Nomisma Wine Monitor, i vini del futuro nei mercati esteri secondo le imprese italiane

Presentata oggi a #Wine2Wine l’indagine dell’Osservatorio Vinitaly-Nomisma Wine Monitor “Il Wine Business nell’era post Covid-19” realizzata su 165 imprese vinicole italiane per un export cumulato di 2,5 Miliardi di euro (il 40% del settore).

Per oltre un terzo dei produttori italiani, i vini sostenibili e biologici sono quelli che nei prossimi 3 anni creeranno o consolideranno un trend di consumo nei top mercati internazionali, in particolare negli Usa e in Germania. Il consumo di vini premium crescerà soprattutto in Cina e Stati Uniti, spumanti e vini strutturati in Russia mentre quelli a minor contenuto alcoolico in UK. Rosè ancora in spolvero in Usa e Regno Unito, mentre i vini naturali troveranno maggior apprezzamento in Giappone.

 

Fare clic per commento

Lascia una Risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ALTRI ARTICOLI

Centro Studi

Giampietro Comolli, fondatore di OVSE-Ceves e autorevole voce del panorama del vino italiano ed internazionale, dice la sua sul “mini lockdown” del sistema HoReCa...

Centro Studi

Brindisi o non brindisi per le prossime festività? Ovse sta chiudendo i monitoraggi e la raccolta dei dati. Partenza dalla Francia, forse la più...

Notizie

Occorre un nuovo modello di approccio e di condivisione. Il prezzo di acquisto e al consumo è fondamentale oggi, ma puntiamo sul “valore” dell’etichetta...

Mercati & Consumi

Indagine Nomisma Wine Monitor per i Grandi Marchi sulla ristorazione italiana: l’84% dei ristoratori ritiene importante – in tempo di pandemia – il brand...